GARANZIA GIOVANI

Il Governo regionale ha recepito e promosso con successo in Puglia, la misura dell’Unione Europea Garanzia Giovani.  Si tratta di una iniziativa che offre ai giovani NEET – cioè ragazze e ragazzi che non studiano, non lavorano e che sono fuori dal sistema di formazione professionale – di età compresa tra i 15 e 29 anni, un percorso di reinserimento nel sistema di istruzione e formazione o di inserimento nel mondo del lavoro attraverso le misure previste dal Programma (orientamento, attività formativa, accompagnamento al lavoro, tirocini). Dal 1 maggio 2014 al 31 dicembre 2018, i giovani NEET che si sono registrati al Programma Garanzia Giovani per la Puglia e che sono stati presi in carico sono pari a 89.916. Complessivamente in Puglia sono state erogate 49.914 politiche attive, di cui 12.955 misure di formazione, 85 azioni di accompagnamento, 29.834 tirocini extra-curriculari, 507 servizio civile, 159 azioni di sostegno all’autoimpiego e all’autoimprenditorialità e 6.374 incentivi all’assunzione. Il tasso di copertura per l’erogazione di politiche attive, è pari al 55,5% una percentuale superiore alla media del mezzogiorno che si attesta al 43,5%. Su 40.405 giovani che hanno portato a conclusione almeno una politica attiva, sono 16.085 i giovani che risultano occupati, pari al 39,8%. Quasi la metà dei contratti attivati è a tempo indeterminato, pari al 40,7%, a fronte di un dato nazionale che per la medesima tipologia contrattuale si attesta al 30,7%. A livello nazionale la tipologia contrattuale prevalente è il contratto di apprendistato, utilizzato nel 40,2% dei casi, mentre a livello regionale il dato si attesta al 27,3%. Il contratto a tempo determinato, infine, che a livello regionale è utilizzato nel 28,5% dei casi, a livello nazionale registra il 25,5%. In Puglia il tasso di copertura per l’erogazione di politiche relative a questa misura è pari al 55,5%, una percentuale superiore alla media del Mezzogiorno che si attesta al 43,5%.