Impiantistica sportiva

Lo sport in Italia aggrega 15 milioni di persone e in Puglia il 20% lo pratica ogni giorno. La Regione Puglia negli ultimi anni ha avviato un’analisi molto dettagliata della domanda, dell’assetto socio-demografico suddiviso per provincia, dell’offerta sportiva tradizionale e degli impianti sportivi con l’obiettivo di: facilitare l’accesso a tutti i cittadini; recuperare il patrimonio sportivo esistente; migliorare la gestione degli impianti; sviluppare sport ambientali, che si svolgono in luoghi di interesse paesaggistico, a fronte investimenti relativamente contenuti procurando benessere e salute. Per realizzare questi obiettivi la Regione Puglia ha commissionato all’Agenzia regionale Strategica per lo Sviluppo Ecosostenibile del Territorio, un documento di pianificazione sportiva per lo sviluppo di un’impiantistica sostenibile e integrata con la programmazione ambientale, turistica e le politiche della salute e del welfare. Il documento strategico di pianificazione regionale, frutto di questa analisi, è diventato uno strumento fondamentale per ottimizzare gli investimenti. Solo nel 2016 sono stati destinati all’operazione più 224 mila euro per far fronte agli oneri conseguenti all’attività progettuale. Successivamente, la Regione ha stanziato 8 milioni solo nel 2017, ulteriori 15 milioni nel 2018 per gli impianti sportivi dei Comuni e di altri enti pubblici e 10 milioni di euro per la prima volta anche per gli impianti privati. La Puglia nel 2019, ha investito ulteriori 17 milioni di euro per il recupero dell’impiantistica sportiva ed altri 50 milioni sono previsti in vista della pianificazione triennale, grazie all’accordo con l’Ics e al Fondo regionale. I 3 milioni e 200 mila euro, previsti dal programma operativo 2019, sono stati liquidati a favore dei 327 beneficiari dei 6 avvisi che hanno riguardato iniziative progettuali strategiche, manifestazioni ed eventi sportivi legati alla promozione del turismo sportivo, sostegno alle eccellenze sportive over e under 18, il sostegno alle associazioni sportive, l’acquisto di attrezzature tecnico-sportive, contributi agli atleti paralimpici e per i grandi eventi sportivi. Nell’ambito delle misure per la ripartenza, la Regione Puglia ha anche pubblicato un avviso per concedere un contributo a fondo perduto evitando la chiusura di associazioni e società dilettantistiche a seguito della crisi economica determinata dall’emergenza Covid. Le risorse totali stanziate sono ulteriori 3 milioni di euro con un contributo massimo per beneficiario pari a 1500 euro.