INTERVENTI PER L’EDILIZIA SCOLASTICA

L’istruzione è fondamentale per il raggiungimento dei livelli di benessere e di coesione sociale. Per questo la Regione Puglia, anche in linea con gli obiettivi della strategia Europa 2020 e dell’Agenda Digitale Europea, ha investito per riqualificare le infrastrutture scolastiche e modernizzare l’intero sistema. Gli interventi programmati sono il frutto dell’importante percorso avviato dal 2015 in Puglia in materia di scuole moderne e sicure. Già nel Piano Regionale Triennale di Edilizia scolastica 2015-2017, la Regione aveva previsto 94 interventi da realizzare nel biennio: 55 sono stati completati 2015 47 tra il 2016 e il 2017 a fronte di uno stanziamento pari 30 milioni di euro. A maggio 2020 l’elenco dei progetti ammessi a finanziamento nell’ambito del nuovo Piano triennale di Edilizia Scolastica 2018-2020 sono complessivamente 74 su tutto il territorio regionale per un importo complessivo di risorse stanziate pari a 133.248.892,99 milioni di euro. Le opere si sostanziano in interventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico di immobili di proprietà pubblica adibiti all’istruzione scolastica statale ma anche costruzione di nuovi edifici scolastici pubblici. Gli interventi previsti sono 10 per la provincia di Bari, 6 per quella di Brindisi, 21 per quella Foggia, 4 per la provincia di Taranto e 33 per quella di Lecce. Le tipologie di intervento sono differenti per ogni provincia: 14 sono finalizzate all’adeguamento alle norme igienico sanitarie, l’efficientamento energetico, l’adeguamento impianto antincendio e altri impianti tecnologici, messa in sicurezza, 2 sono rivolte all’adeguamento normativo, 47 puntano all’adeguamento e miglioramento sismico, 7 interventi prevedono demolizioni e ricostruzioni e 4 progetti sono per le nuove costruzioni. Questi interventi sono stati realizzati anche per contrastare l’abbandono scolastico, per favorire la crescita economica e sociale del territorio, per migliorare il sistema di istruzione e formazione regionale anche con politiche di prevenzione e, infine, per innalzare i livelli di competenza e le capacità di apprendimento degli studenti. Ambienti di apprendimento più sicuri, innovativi e moderni permettono anche una ripresa delle attività in presenza in totale sicurezza: un nuovo inizio per gli studenti e le studentesse della Puglia che torneranno ad affollare le scuole della Regione.