PROGETTI DI ACCOGLIENZA E INCLUSIONE SOCIALE

In Puglia nessuno è straniero. Attraverso il Piano triennale per le politiche migratorie, la Regione Puglia persegue l’obiettivo di restituire dignità ai braccianti stagionali e rimuove le cause che determinano povertà e rischio di esclusione per soggetti e nuclei familiari immigrati.   Il Piano è un modello di accoglienza alternativo, che contrasta l’illegalità e risponde ai bisogni primari di braccianti e immigrati. Inoltre, con i progetti del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI), sono state avviate e realizzate numerose azioni per favorire l’integrazione, l’inserimento sociale, lavorativo e scolastico, l’acquisizione di competenze e la formazione civico linguistica dei migranti. Attraverso il Fondo FAMI si sono sono stati finanziati e attivati numerosi interventi: Puglia integrante – percorsi di formazione civico-linguistica percorsi formativi integrati di apprendimento nella lingua italiana L2 ed educazione civica strutturati in 20 ore di accoglienza e orientamento, 100 ore di insegnamento necessarie al raggiungimento del grado di conoscenza della lingua italiana pari al livello A1, 80 ore di attività didattica finalizzate al raggiungimento del grado di conoscenza della lingua italiana pari al livello A2; FUTURE – progetto realizzato in partenariato con IFOA, Unisco, Etnie, il Comune di Bari, finanziato dal fondo FAMI – Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione | Ministero dell’Interno – e co-finanziato dall’Unione Europea. Il progetto si rivolge a 100 minori stranieri non accompagnati (MSNA) di età compresa tra i 15 e i 17 anni con i quali si andrà a costruire un vero e proprio progetto di vita, incentrato sull’inclusione sociale e lavorativa, partendo dalla loro storia, dalle loro speranze e attitudini e tramite una serie di azioni di orientamento e accompagnamento al lavoro (sviluppo delle Life Skills); Prevenzione 4.0 – progetto che intende contribuire al miglioramento dei programmi e dei servizi offerti dal sistema sanitario e dalla medicina primaria per la tutela della salute dei migranti presenti nel territorio pugliese, sviluppando modelli e dispositivi fortemente orientati al concept della “medicina di prossimità”. Le azioni mirano a promuovere lo sviluppo del sistema dei servizi di cura, affinché vengano garantiti equità di accesso e fruibilità. Skills to work – Un progetto a cura di Arci Lecce, cooperativa Rinascita, Cefas (centro formazione e alta specializzazione) e Afg (associazione formazione global). La Regione è capofila nel progetto che vuole supportare i migranti con 720 percorsi individualizzati in tutte le province pugliesi, per arginare il fenomeno dell’espulsione dal mercato del lavoro tramite un’assistenza multidisciplinare e l’intervento dei centri per l’impiego. Impact – Il progetto IMPACT (Integrazione dei Migranti con Politiche e Azioni Co-progettate sul Territorio) raggruppa una serie di azioni attivate a livello regionale per ridurre la dispersione scolastica degli alunni stranieri, promuovere l’accesso ai servizi territoriali dei migranti, realizzare servizi di informazione istituzionale sul tema dell’immigrazione e incoraggiare la partecipazione attiva dei migranti alla vita delle comunità locali. Su.Pr.Eme. – Il progetto si inserisce nell’ambito del Piano Triennale di contrasto allo sfruttamento in agricoltura e al caporalato. Punta a realizzare interventi per il contrasto di tutte le forme di vulnerabilità dei lavoratori migranti nei territori che presentano maggiori criticità nelle cinque Regioni del Sud coinvolte oltre la Puglia (Basilicata, Calabria, Campania e Sicilia) COM.IN.3.0 Competenze per l’Integrazione – Tra le varie attività il progetto prevede la realizzazione di 18 percorsi di cooperative learning congiunta tra dirigenti e funzionari della Pubblica Amministrazione, del terzo settore e dell’associazionismo stranieri, piattaforme Regionali di Partecipazione, costituzione degli Osservatori regionali per la mappatura, il monitoraggio e la valutazione partecipata delle politiche di integrazione esistenti. Creazione del portale PREVENZIONE 4.0 – Puglia Integrazione raccoglie e descrive in un unico portale i progetti realizzati sul territorio regionale a favore dell’integrazione e dell’inclusione dei migranti. Inoltre, attraverso questo Piano, la Regione Puglia ha anche sostenuto la creazione di 3 foresterie per lavoratori stagionali, munite di alloggi e servizi essenziali. Attraverso la creazione delle foresterie hanno trovato alloggio 856 lavoratori stagionali, con il coinvolgimento di circa 1.000 cittadini nelle attività di inclusione sociale.