Programma annuale della Partecipazione regionale

La Legge sulla partecipazione è lo strumento tramite cui i cittadini possono sorvegliare che il Programma di Governo corrisponda alle loro esigenze. Questa Legge consente a sindacati, partiti politici ma anche a singoli cittadini, associazioni, scuole e università o a chiunque ne abbia voglia, di proporre le proprie idee in modo ragionato e approfondito. Nell’attuazione della Legge assume un ruolo importante il Programma annuale della partecipazione. Il Programma, che viene stilato annualmente, può essere aggiornato o modificato nel corso dell’anno e individua: procedure e procedimenti da sottoporre a processi partecipativi; gli strumenti con i quali assicurare la partecipazione equa; i termini di svolgimento del processo partecipativo ed il responsabile unico del processo partecipativo.  Sulla base del programma annuale della partecipazione, la Regione Puglia, ha avviato numerosi processi partecipativi: Il Piano Regionale di Gestione dei rifiuti urbani con cui aggiornare l’attuale Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti Urbani (PRGRU) promosso dal Dipartimento mobilità, qualità urbana, opere pubbliche, ecologia e paesaggio con il supporto della Struttura Speciale Comunicazione Istituzionale. Tramite tre Citizen Meeting e una consultazione online il Piano viene adeguato alle novità introdotte dalla normativa nazionale e reso coerente con i principi ispiratori del “pacchetto di misure sull’economia circolare” presentato dalla Commissione Europea nel dicembre 2015. Verifica di mandato sullo stato di attuazione del Programma di Governo promosso dalla Struttura Speciale Comunicazione Istituzionale. Il processo permette di valutare l’attuazione del Programma di governo e assicurarne la effettiva realizzazione. Piano Strategico per Taranto promosso Agenzia Regionale Strategica per la Sviluppo Ecosostenibile del Territorio con supporto Struttura Speciale Comunicazione Istituzionale. Grazie al Piano è stato possibile attivare 8 focus tematici grazie a cui co-programmare azioni e interventi strategici per uno sviluppo della città Jonica e del territorio tarantino in chiave innovativa e sostenibile.   Piano di Sviluppo Regionale promosso dalla struttura Speciale Comunicazione Istituzionale. Il Piano intende definire in maniera condivisa, grazie alla stesura di “position paper” sui vari argomenti, gli obiettivi da raggiungere e strumenti da attivare per la gestione dei fondi PO FESR e del Programma di Sviluppo Rurale dei prossimi anni. Piano Regionale per la famiglia che, con gli incontri preliminari e il Forum regionale per la famiglia, mira a individuare le misure necessarie a sostenere le famiglie pugliesi, ad aumentare il tasso di natalità,a migliorare l’occupazione lavorativa e professionale e contrastare il precariato. Legge regionale sulla Bellezza promosso dal Dipartimento mobilità, qualità urbana, opere pubbliche, ecologia e paesaggio con il supporto della Struttura Speciale Comunicazione Istituzionale. Grazie alla realizzazione dei Tour della Bellezza associazioni, stakeholder e interlocutori dei singoli territori sono stati chiamati a fornire indicazioni per preservare, tutelare e valorizzare le peculiarità delle diverse province che formano il “Mosaico Puglia”. Town Meeting dei Sindaci e degli Amministratori organizzato dalla Struttura Speciale Comunicazione Istituzionale tramite cui la Regione ha coinvolto gli enti locali e i loro amministratori nella verifica dello stato di attuazione del programma di governo. Bilancio Sociale e di Genere realizzato dalla Segreteria Generale della Presidenza con il supporto della Struttura Speciale Comunicazione Istituzionale. Il Bilancio ha evidenziato gli impatti di genere delle politiche attivate.