La salute di tutti

La Regione Puglia, con Emiliano Presidente, ha realizzato il più grande investimento che si sia mai fatto sulla Sanità pubblica regionale. Un lavoro svolto con progettualità e criterio su: rete ospedaliera, standard LEA, tecnologie e assunzioni. Un risultato che offre ospedali più moderni e sicuri, strutture territoriali avanzate, investimenti sull’assistenza domiciliare e progetti orientati all’integrazione socio-sanitaria.

Siamo al lavoro per anticipare i bisogni della collettività sui temi della prevenzione e dell’inclusione, per garantire cure efficaci e presa in carico del paziente.

IN EVIDENZA

Servizi e prestazioni

Molte le reti avviate o riorganizzate: 11 Breast unit, 3 reti tempo-dipendenti (infarto del miocardio, ictus e traumi), la Rete Trasporto Neonatale, la Rete delle Anatomie Patologiche pugliesi, la Rete Nefrologica-Dialitica Trapiantologica – ReNDiT, la Rete Parkinkson, la Rete della Terapia del dolore, la Rete della Radiologia
interventistica, la Rete Talassemia e Percorsi diagnostici terapeutici assistenziali (PDTA), la Rete delle Malattie Rare, supportata dai Centri Territoriali del settore (uno per ogni ASL) e la Rete Oncologica Pugliese (ROP). Quest’ultima ha posto un freno ai “viaggi della speranza”, accompagnando i pazienti lungo i percorsi di prevenzione, diagnosi, terapia e assistenza da parte di centri specializzati.

Ospedali e ambulatori

Un grande lavoro è stato svolto anche nell’ambito della riorganizzazione della rete ospedaliera. I posti letto della Regione sono complessivamente aumentati di circa 450 unità rispetto all’assetto precedente, incrementando le dotazioni degli ospedali di riferimento regionale e provinciale. I risultati dei sistemi di valutazione nazionale attestano il miglioramento della qualità e sicurezza dell’assistenza e la riduzione della mobilità passiva extraregionale di oltre il 20% rispetto al 2009.
In più, durante l’emergenza sanitaria, la Regione ha provveduto all’assunzione di 2149 operatori sanitari e 660 medici, portando a termine il piano di riordino ospedaliero e il completo risanamento economico della sanità pugliese.

Bambini

Per la salute dei bambini pugliesi, relativamente ai casi complessi, è stato firmato un importante accordo tra Policlinico di Bari e Bambino Gesù di Roma: all’ospedale pediatrico Giovanni XXIII si svolgeranno consulenze e interventi degli specialisti dell’istituto romano per casi di elevata complessità. In questo modo si riducono i disagi e costi per i bambini e le loro famiglie, costretti finora a raggiungere Roma. Questo accordo, tra l’altro, consente di formare i nostri chirurghi che potranno lavorare in team con i professionisti romani, con particolare riferimento alle discipline di cardiologia, anestesia e cardiochirurgia pediatrica, attraverso progetti di telemedicina, percorsi di formazione e programmi di ricerca scientifica.

La Rete Oncologica

Molti i risultati ottenuti dalla Rete più cruciale per la salute dei cittadini. Tra i principali: l’istituzione di 4 Dipartimenti Integrati di Oncologia; l’attivazione di un Numero Verde Regionale (800185003) a cui rivolgersi in caso di sospetta malattia e che indirizza la chiamata al Centro di Orientamento Oncologico di competenza; l’adozione dei Percorsi Diagnostici terapeutici assistenziali regionali per Colon Retto, Polmone, Prostata, Mammella ed Endometrio; il decremento della mobilità passiva per le cure (700 pazienti in meno solo nel 2018); 40 centri oncologici di riferimento, 12 specializzati nel tumore del seno, 4 nel tumore del polmone, 7 in quello dell’utero, altri 7 in quello della prostata e 10 nel tumore del colon-retto.

LEGGI TUTTO IL PROGRAMMA

Cosa Faremo

  • Informatizzazione della Sanità.

  • Abbattimento liste di attesa.

  • Rafforzamento della medicina territoriale con presidi assistenziali, attività specialistica ambulatoriale, centri polifunzionali, consultori.

  • Legge regionale sulla prevenzione: luoghi di lavoro tutelati, potenziamento screening, molto altro.

  • Piano integrato socio/sanitario e telemedicina.

Cosa puoi fare tu


Privacy Policy